Archivi per la categoria ‘Caritas’

LA FEDE FACILE FA PERDERE LA FEDE

vitadicomunita_logo

VITA DI COMUNITA – n. 1525 – 6 ottobre 2013
(Lc 17,5-10 : leggi )

Il brano del Vangelo di questa domenica contiene una preghiera fatta dagli apostoli al Signore: “Aumenta la nostra fede!” e la risposta di Gesù è a dir poco inquietante. Infatti, Lui prende come misura di quantità per la fede, il seme di senapa, che era considerato dagli ebrei il più piccolo di tutti i semi e nella legislazione ebraica, indicava la “quantità minima di beni”. Ma la fede che cos’è?

Quasi sempre quando diciamo fede, pensiamo ad una filza di verità da credere o ad una dottrina da sottoscrìvere. Invece, dire fede è pensare ad una Persona, ad una Presenza. Aver fede vuol dire aderire totalmente ad un Altro, fare affidamento e lasciarsi guidare da un Altro. Molte volte, chiamiamo fede ciò che è tutto, meno che fede.

La consideriamo come un capitale da amministrare senza troppe complicazioni, invece, vivere la fede non è certo facile perché non ci dispensa dal duro mestiere della vita e non ci fa camminare da privilegiati. Dà però senso e luce al cammino che dobbiamo percorrere con la sicurezza di una Presenza.

Quotidianamente assistiamo al male che c’è nel mondo. Vediamo il debole in balia del prepotente e l’ingiustizia che raggiunge livelli intollerabili. Se, poi, si tratta di affari, Caino non ha freni e non riconosce più nessun fratello e il meraviglioso giardino donatoci dal Creatore, viene ogni giorno saccheggiato, violentato e trasformato in un deposito di rifiuti. E noi credenti che facciamo? Lasciamo cadere le braccia e pensiamo che “non c’è niente da fare, tanto la realtà è quella che è, non si può cambiare”.

E invece» no! La realtà è quella che è, perché la nostra fede è quella che è, ossia quella che non c’è. Il gelso o qualsiasi pianta, a cui Gesù fa riferimento, non è altro che qualsiasi realtà scomoda, indisponente, ma che noi non riusciamo a toglierla di mezzo, solo perché le nostre parole hanno la forza impotente della protesta, della denuncia, del rimpianto e sono prive della potenza irresistibile della fede.

La fede non ci è stata data unicamente per vedere le cose che non vanno, ma per costringerle ad andare diversamente. E se la nostra fede, anche se piccola come un seme di senapa, la viviamo con impegno e responsabilità, potremmo anche noi far succedere cose incredibili, per non dire impossibili. Se invece crediamo che la nostra fede debba essere comoda, riposante, in vestaglia e pantofole e cioè una fede facile, allora vuol dire che la fede l’abbiamo persa.

Allora, quale il messaggio?

Il tema della fede nel Vangelo di oggi sfocia nell’immagine di un servo operoso che riempie la sua giornata di lavoro. La nostra fede, per quanto piccola, non deve diventare invisibile, sonnolenta, lamentosa. E se autentica, deve suggerirci gesti e comportamenti di amore, di carità, di compassione e di pace verso il nostro prossimo, facendoci diventare “servi inutili”, pronti a mettere a disposizione del Signore e del prossimo una schiena da piegare. E quando solleveremo la testa sarà non per ricevere la corona di alloro, ma per asciugarci il sudore. Il Regno non possiamo costruirlo avendo il “complesso del monumento”, al massimo possiamo concederci il rarissimo premio d'”inutilità”.


DOMENICA 6 ottobre – Festa MADONNA DEL ROSARIO

Oggi DOMENICA 6 ottobre si celebra nella nostra comunità la festa della “MADONNA DEL ROSARIO”. Ricordiamo che:

  • nel POMERIGGIO,  alle ore  15.30  in chiesa parrocchiale ci saranno i VESPRI della MADONNA e BENEDIZIONE EUCARISTICA;
  • LUNEDI 7 ottobre verrà celebrata una S. Messa alle ore 9.00.

27a Settimana Sociale 2013
Le seconde due serate in programma per la 27a Settimana Sociale, si terranno: Lunedì 7 Ottobre e Martedì 8 Ottobre, presso l’Auditorium del Collegio Pio X a Treviso alle ore 20.30

Inizio catechismo Elementari e Medie 2013-2014
II catechismo imzierà come segue con orario dalle ore 14.45 fino alle ore 16.00:

  • Terza Elementare: VENERDI 18 ottobre.
  • Quarta Elementare: MERCOLEDI 16 ottobre.
  • Quinta elementare: MERCOLEDI 16 ottobre per i due  gruppi  di  Spresiano /VENERDI 18 ottobre per i due gruppi di Visnadello.
  • Per la Seconda elementare: daremo informazioni dettagliate in seguito.
  • Prima – Seconda e Terza Media: GIOVEDI 17 Ottobre.

Circolo Ricreativo “Segna”
DOMENICA 20 ottobre 2013 alle ore 12.00, presso la Palestra Parrocchiale di Spresiano, il Circolo Segna e Associazione Cavalieri San Marco di VE organizza un PRANZO di SOLIDARIETA. Le prenotazioni si riceveranno, fino ad esaurimento dei posti a:

  • SPRESIANO presso Oratorio Parrocchiale: MERCOLEDI dalle ore 15.00 alle 17.00 e SABATO dalle ore 9.00 alle 11.00.
  • LOVADINA/VISNADELLO, chiedere contatti alla Parrocchia di Spresiano

CPAE
Si riunisce MERCOLEDI 9 ottobre alle ore 20.45, in Canonica, per questioni importanti.

6° Festa delle Famiglie
SABATO 12 e DOMENICA 13 ottobre, a Pero di Breda di Piave, FESTA delle FAMIGLIE sul tema: “Prete e famiglia fatti l’uno per l’altra. Quale fecondità per la Chiesa?”

INCONTRO DI PREGHIERA
SABATO 12 ottobre alle ore 20.30 nella nostra Chiesa, incontro di spiritualità e preghiera per i giovani dei Vicariati di: SPRESIANO    –    NERVESA    –    TREVISO – URBANO – MONASTIER – SAN DONA’. Presiede il Vicario Generale Mons. RIZZO.

RACCOLTA CARITAS
SABATO 12 ottobre ci sarà la RACCOLTA annuale di indumenti usati organizzati dalla CARITAS. Il materiale dovrà essere messo nei sacchetti gialli che troverete in fondo alla chiesa, fino ad esaurimento, e dovrà essere portato dietro alla chiesa, solo il giorno di SABATO 12 ottobre entro e non oltre le ore 16.30.

MANDATO AI CATECHISTI
DOMENICA 13 ottobre 2013 sono invitati i catechisti delle Elementari e Medie alla S. Messa delle ore 9.00 per ricevere il Mandato per loro servizio.

AVVISO
La parrocchia di Spresiano ha programmato un viaggio: “Santuari tra Toscana e Lazio e Udienza Papale”, dal 21 al 23 ottobre 2013. Il programma lo potete trovare in fondo alla chiesa sul banco della stampa. Per ulteriori informazioni rivolgersi in parrocchia.

Laboratorio”I fili magici”
Il laboratorio “i fili magici” (cucito – ricamo – uncinetto – lavori a maglia ecc.) riprende a partire da SABATO 12 ottobre e per tutti i SABATI, dalle ore 15.00 alle ore 17.00 presso l’Oratorio Parrocchiale.

Associazione NOI
Il NOI comunica che sarà possibile assistere a tutte le partite di calcio del campionato europeo, nel Bar dell’Oratorio.

 

PROVIAMOCI MA QUESTA VOLTA SUL SERIO

vitadicomunita_logo

VITA DI COMUNITA – n. 1521 – 8 settembre 2013
(Lc 14,25-33 : leggi )

Il Vangelo di oggi ci porta a riflettere su cosa significa essere discepolo di Gesù. Discepolo di un Maestro che insegnava con la Parola, ma ancor di più con il suo esempio.

In questo brano lo abbiamo sentito chiedere cose forti: “Se uno viene a me e non odia suo padre e sua madre…”, pretendendo di essere più di ogni affetto, più grande della gioia come la paternità e la maternità. Precisiamo subito che il verbo “odiare” nel linguaggio semita, compreso l’aramaico, la lingua che Gesù parlava, essendo povero di vocaboli e di sfumature di pensiero, “odiare” significava “amare di meno”, “mettere al secondo posto”. Chiarito questo, le parole di Gesù restano comunque forti e inquietanti.

Cristo ci chiede di amare Dio più del padre e della madre, perché solo amando Dio è possibile amare veramente il padre, la madre, lo sposo e la sposa, i figli, la vita. In altre parole Gesù ci dice: “voi spesso credete di volervi bene, invece negli altri cercate voi stessi”, ma è solo mettendo Dio al primo posto che voi sarete capaci di essere veramente umani. Il discepolo è chiamato a fare una scelta di vita che non può essere fatta alla leggera, ma con serietà, intelligenza, capacità di adottare un programma impegnativo a lungo termine. Al suo seguito, Gesù vuole gente coraggiosa disposta a lottare, disposta a prendere coscienza della propria situazione, del proprio essere cristiano, del proprio impegno alla testimonianza, accettazione della croce e determinazione ad arrivare fino in fondo.

Oggi è di moda vivere come capita, mettendo alla base delle scelte: l’impulso, l’istinto, la passione. Siamo diventati esperti a riempire il vuoto con l’ingombro. Andiamo alla ricerca di emozioni, più che di un impegno serio. Ci fermiamo alla superficie delle cose e spesso l’entusiasmo passeggero, si spegne non appena si profila all’orizzonte la carretta della realtà quotidiana, che pure bisogna tirare.

Gesù, invece, ci invita a fare della nostra vita, una vita pulita, in armonia con Dio e con gli uomini, anche se costa fatica. E la decisione di seguirlo, esclude i compromessi, le scuse di comodo, l’egoismo, l’avarizia. E’ necessario, quindi, fare una revisione totale dei nostri valori e non ci sono consentite le cose fatte a metà, anche perché deturpano il volto del cristiano, rendendolo simile a quelli che hanno rifiutato e rifiutano Gesù. Non si può essere discepoli di un’idea, di uno slogan, ma discepoli di una persona. E Gesù non è una persona qualsiasi, perciò Lui stesso ci chiede di fare bene i conti prima di decidere di seguirlo e di guardare in faccia le sue richieste.

Allora, quale il messaggio?

Essere discepoli credibili di Gesù non è facile, ma può essere bello. Allacciamoci, allora, le cinture di sicurezza e proviamo a decollare verso la conversione cominciando col rinunciare a mettere le “cose” in cima ai nostri pensieri. Col rinunciare alla logica dell’avere di più, in questo mondo disponibile a tutto, e col rinunciare al sistema di fare del denaro la misura ultima del bene e del male. Solo così potremmo dare una risposta al desiderio di infinito che abita in ciascuno di noi. Proviamoci, ma questa volta sul serio.


GIOVEDI 12 settembre – SS. NOME DI MARIA

GIOVEDI 12 Settembre 2013 si fa memoria del Santissimo NOME di MARIA. ( WikiSanti e Beati )


SABATO 14 setttembre – ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

SABATO 14 Settembre è la festa della ESALTAZIONE SANTA CROCE. E’ una festa di origine antichissima che partì da Gerusalemme, al tempo dell’imperatore Costantino. La Croce, già segno del più terribile supplizio, è divenuta per noi cristiani l’albero della vita, l’altare e il trono dell’alleanza, lo strumento della nostra salvezza. La croce riposa sulle tombe dei nostri morti, sulle pareti delle nostre case, a capo del nostro letto. Cristo è là morente, con il suo tacito linguaggio di sofferenza redentrice, di speranza che non muore, di amore che vince e vive. ( Wiki – Santi e Beati )


DOMENICA 15 settembre – MARIA MADRE ADDOLORATA

DOMENICA 15 Settembre ricordiamo MARIA MADRE ADDOLORATA: “Stavano presso la croce, sua madre e la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria Maddalena. Gesù, dunque, vista la madre e presso di lei il discepolo che amava, disse alla madre: “Donna, ecco tuo figlio! Quindi disse al discepolo: “Ecco tua madre!” e da quell ‘ora il discepolo la prese in casa sua! “(Gv 19,25-27). MARIA non è presente al trionfo dell’entrata in Gerusalemme di Gesù, ma lo è nell’ora decisiva per la redenzione del mondo. Lo è come MADRE DOLOROSA che soffre con Gesù e per noi.  In lei trova verifica la beatitudine: “Beati gli afflitti perché saranno consolati”.  ( WikiSanti e BeatiPreghiere per la Famiglia )


CATECHISTE ELEMENTARI

LUNEDI 9 settembre alle ore 20.30 in Oratorio, incontro di programmazione di tutte le elementari.


ATTENZIONE!!! CONTENITORI CARITAS

I contenitori gialli dei vestiti usati, della Caritas, sono stati spostati presso il CERD di Spresiano.


ANNIVERSARI MATRIMONIALI 2013

DOMENICA 29 Settembre ci sarà, come gli anni scorsi, la festa comunitaria degli ANNIVERSARI DI MATRIMONIO 25° -50° – 55° – 60°. Il mese scorso abbiamo spedito a questi sposi una lettera d’invito per un incontro preliminare ma, non disponendo di “elenchi aggiornati”, ci dispiacerebbe molto “aver dimenticato” qualche coppia. Per informazioni telefonare in Parrocchia.


PESCA DI BENEFICENZA

Ricordiamo che anche quest’anno, in occasione della “Sagra” verrà allestita la tradizionale PESCA di BENEFICENZA, organizzata dalla nostra Parrocchia, il cui ricavato sarà destinato a finanziare i lavori parrocchiali. Chi desidera offrire qualcosa per rendere questa manifestazione più attraente e ricca di premi, può farlo rivolgendosi in CANONICA entro la metà di SETTEMBRE.


In ogni incontro autentico

c’è qualcosa di inatteso!

E’ IMPORTANTE NON ESSERE IMPORTANTI

vitadicomunita_logo

VITA DI COMUNITA – n. 1520 – 1 settembre 2013
(Lc 14,1.7-14 : leggi )

Leggendo le parabole di Gesù viene spontaneo rilevare che era un ottimo, per nulla compiacente, “osservatore del costume”. E anche oggi, nella parabola dei “primi posti”, propostaci dall’evangelista Luca, il suo sguardo non si ferma in superficie ma penetra in profondità, mettendo a nudo la radice di certi comportamenti all’insegna della vanità e dell’interesse.

Questa parabola è nata dalle scenette avvenute in un banchetto a casa di un capo dei farisei. In quell’occasione Gesù aveva notato che tutti cercavano di accaparrarsi i primi posti, i posti di maggior prestigio. Notò anche che il padrone di casa con quel banchetto voleva attirare l’ammirazione su di sé e sulla sua ricchezza.

Ed è qui che Gesù, “cronista” pungente delle debolezze della società del suo tempo, compresa quella religiosa, senza mezzi termini dice: “Quando sei invitato a nozze da qualcuno, va a metterti all’ultimo posto…; chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato “. Gesù mette in crisi l’atteggiamento di chi cerca i primi posti perché non è quello lo stile di vita dei veri discepoli di Cristo.

Davanti a Dio, il più grande è colui che si farà piccolo. E’ colui che con umiltà cercherà di realizzare il progetto di Dio nella sua vita, quel progetto d’amore in cui Gesù ha impegnato se stesso, generosamente, senza calcoli fino alla fine. Poi dice qualcosa anche sulla scelta degli invitati. E qui il suo suggerimento risulta decisamente rivoluzionario: “Quando offri un pranzo invita poveri, storpi, zoppi, ciechi e sarai beato perché non hanno da ricambiarti”. Come a dire: scegli la gratuità al posto del calcolo opportunistico, senza lasciarti influenzare nelle tue scelte dalla logica del potere e dell’interesse.

Capita anche oggi che a un pranzo si verifichino queste scene di vanità e di esibizione. A parole ci definiamo tutti umili, tutti distaccati: ma se proviamo a pestare un piede, o a ferire un po’ di orgoglio, ne vedremmo di sorprese! Esserci, apparire, mostrarsi, attirare l’attenzione, sono verbi sui quali spesso impostiamo la nostra esistenza e viviamo per essere notati, riconosciuti, ossequiati, chiacchierati.

Se, poi, dovessimo guardare alle virtù minacciate di estinzione, dovremmo cominciare a preoccuparci seriamente. La modestia, l’umiltà per esempio, sono considerate ormai una specie rara, quasi un cattivo esempio. Insomma, la categoria di “servi inutili” è stata soppiantata da tipi con il “complesso del Padreterno”, con la differenza che Quello lassù ha creato il mondo ritirandosi, mentre questi creano confusione ingombrando.

Allora, quale il messaggio?

Con la parabola di oggi, Gesù sottolinea la presunzione di fondo degli uomini che è tale da snaturare il rapporto con Dio e al tempo stesso il rapporto con gli uomini. In questa società in cui tutto è spaventosamente selettivo e il nostro benessere non è altro che la distribuzione di un’immensa refurtiva planetaria, questa parabola-raccomadazione, vuole farci meditare sulle nostre scelte, perché siano un po’ più profonde, perché abbiano un po’ più di interiorità, perché siano un po’ meno ricerca del successo, degli applausi, della facile popolarità. Per sintetizzare il tutto con una formula da un punto di vista evangelico potremmo dire: è importante non essere importanti.


MARTEDI 3 settembre – SAN GREGORIO MAGNO

GREGORIO, nato a Roma verso il 540, dopo essere stato per cinque anni prefetto della città, scelse la via monastica sotto la regola benedettina. Nel 590 fu eletto papa, succedendo a Pelagio 11°, morto di peste. Esplicò una intensa attività nel governo della Chiesa, nella sollecitudine caritativa e nella tutela delle popolazioni angariate dai “barbari”. Riformò le celebrazioni e anche il canto liturgico che, dal suo nome, fu chiamato “gregoriano”. Morì a 63 anni di età, meritandosi il titolo di “grande” (Magno) che gli attribuì Bonifacio VIII. Con Ambrogio, Agostino e Girolamo è uno dei quattro grandi “dottori” della Chiesa Occidentale. ( Wiki )


GIOVEDI 5 setttembre – BEATA MADRE TERESA DI CALCUTTA
Memoria di Beata Madre Teresa di Calcutta. ( WikiCentro Madre Teresa di Calcutta )


DOMENICA 8 setttembre – NATIVITA DI MARIA
Domenica 8 settembre si celebra la festa della Natività di MARIA. ( Wiki )


SCUOLA MATERNA “PIZZOLATO”

La Scuola dell’Infanzia “B.Pizzolato” comunica, ai genitori dei bambini iscritti per l’anno scolastico 2013/2014, quale sarà
l’organizzazione prevista per il mese di Settembre:

  • 4 settembre: Accoglienza dei Piccoli dalle ore 9.30-11.30;
  • 5-6 settembre dalle ore 8.30-9.00 Entrata Medi e Grandi;
  • dalle ore 11.30-12.00 Uscita Medi e Grandi;
  • delle ore ore 9.30 – 11.30 Accoglienza Piccoli.

Dal 9 settembre le sezioni Medi e Grandi seguiranno l’orario dalle ore 8.30 alle ore 16.00 con servizio mensa ed entrata anticipata per chi ne ha fatto richiesta.

 


NIDO INTEGRATO

Il Nido Integrato “B.Pizzolato” riaprirà il 4 SETTEMBRE 2013 secondo le modalità già comunicate ai genitori dei bambini iscritti.


SAN VINCENZO

Informiamo che MARTEDI 3 settembre la S. Vincenzo, dopo la pausa di Agosto, riprende la sua attività riaprendo il centro di ascolto. DOMENICA 8 settembre incontro di programmazione alle ore 10.00 in Canonica.


CATECHISTE MEDIE

GIOVEDI 5 settembre alle ore 15.00 in Canonica, incontro di programmazione di tutte le medie.


AVVISO

La Santa Messa prefestiva di SABATO 7 settembre sarà celebrata alle ore 19.00 per lasciare spazio ai tre matrimoni di quel Sabato.


AVVISO RITIRO CONTENITORI CARITAS

Saranno ritirati dalla Caritas i contenitori gialli dei vestiti usati.


ANNIVERSARI MATRIMONIALI 2013

DOMENICA 29 Settembre ci sarà, come gli anni scorsi, la festa comunitaria degli ANNIVERSARI DI MATRIMONIO 25° -50° – 55° – 60°. Il mese scorso abbiamo spedito a questi sposi una lettera d’invito per un incontro preliminare ma, non disponendo di “elenchi aggiornati”, ci dispiacerebbe molto “aver dimenticato” qualche coppia. Per informazioni telefonare in Parrocchia.


PESCA DI BENEFICENZA

Ricordiamo che anche quest’anno, in occasione della “Sagra” verrà allestita la tradizionale PESCA di BENEFICENZA, organizzata dalla nostra Parrocchia, il cui ricavato sarà destinato a finanziare i lavori parrocchiali. Chi desidera offrire qualcosa per rendere questa manifestazione più attraente e ricca di premi, può farlo rivolgendosi in CANONICA entro la metà di SETTEMBRE.