Santo del giorno
Gallery
Stemma del Vescovo Mons. Paolo Magnani - intarsio marmoreo (1995) Predicazione, Trento Longaretti, vetrata istoriata 1996 San Pietro, autore ignoto, vetrata istoriata, 1939 Chiesa - il campanile

LA FAMIGLIA NON E’ COMPLETA SE MANCA DIO…

20 Gennaio 2013 – (Gv 2,1-11)
Nel Vangelo di oggi, l’evangelista Giovanni ci narra del segno che ha caratterizzato l’apertura della vita pubblica di Gesù. Per cominciare la sua missione e per compiere il primo miracolo, Gesù ha scelto una festa di nozze, dove, invitato con la Madre e i suoi discepoli, trasforma l’acqua in vino.
Questo miracolo ci fa intravedere il volto di un Gesù sensibile alla gioia, alla vita. Ma due sono le considerazioni che dobbiamo fare.
La prima: con questo miracolo Gesù ha manifestato la Sua gloria “… e i suoi discepoli credettero in Lui”. Anzi, Giovanni raffigura queste nozze come le nuove nozze tra Dio e l’umanità e l’acqua trasformata in vino diventa segno messianico della presenza di Dio, dei tempi nuovi inaugurati da Cristo. La seconda considerazione: la presenza di Cristo alle nozze di Cana, proprio nel primo miracolo della Sua vita pubblica, ci dice che la famiglia non è completa se manca Dio.
La famiglia è il luogo nel quale Dio si manifesta e si fa conoscere, il primo concepimento del papà e della mamma è quello di essere segni di Dio. La maturità e la coscienza dei genitori cristiani sta proprio nel sentirsi Sua espressione: paternità e maternità sono due modi che Dio ha scelto per presentarsi al mondo.
Se pensiamo, però, alla frivolezza con cui si vive oggi il ruolo della paternità e della maternità, abbiamo subito la spiegazione di tanti sbandamenti dei figli, di tanti drammi e di tante infelicità familiari. Per non parlare di quelle unioni che chiamiamo libere, mentre a pensarci bene sono soltanto libertine.
Oggi, l’uomo moderno nella sua affannosa corsa, contro il tempo, ha finito per lasciarsi alle spalle: Dio, la preghiera, l’attenzione, lo scoprire la gioia di esserci.
E avendo dimenticato Dio, l’uomo ha finito per dimenticare addirittura se stesso, ha smarrito la propria identità. Ha perso il “senso” del suo gran correre. Siamo “insoddisfatti”, siamo armati di diritti, disponiamo di piaceri, possiamo concederci tutte le libertà eppure ci manca qualcosa. Ci manca l’essenziale.
Maria a Cana ci fa “segno” che abbiamo ancora la possibilità dì ripartire e la strada è segnata
dalle sue parole: “Fate quello che vi dirà. Fate il Vangelo”.
Il Vangelo che non basta ascoltarlo, bisogna viverlo e renderlo gesto. Solo così riempiremo le anfore vuote della nostra vita, le nostre debolezze si trasformeranno in forza, le nostre fragilità in uno slancio nuovo.

Allora, quale il messaggio?
Gesù ha santificato il matrimonio con i suoi doni di grazia e sua Madre ce lo ha fatto conoscere sensibile alle sue richieste.
E oggi, Maria ci chiede di salvare la gioia, la serenità della nostra famiglia, come fece Lei quel giorno alle nozze di Cana. La famiglia per vivere bene ha bisogno dì un clima di pace e per salvare la pace nessun sacrificio è troppo grande. (d.G.V.)

 


Santi della settimana
VENERDI’ 25 gennaio si fa memoria della Conversione S. Paolo

Preghiamo per l’unità dei cristiani
Da VENERDÌ’ 18 al 25 gennaio 2013 si svolgerà la “SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI. E GIOVEDI’ 24 Gennaio alle ore 20.45 in Duomo a Treviso: VEGLIA ECUMENICA.

“Scuola Materna B. Pizzolato” di Spresiano
SABATO 26 gennaio 2013 è prevista la mattinata di “PORTE APERTE”, dalle ore 9.00 alle ore 11.00 per i genitori interessati all’iscrizione alla Scuola dell’Infanzia per l’anno scolastico 2013/14. In questa giornata sarà possibile avere informazioni sul Piano dell’offerta formativa, visitare la scuola e ritirare la modulistica relativa all’iscrizione.
Si accolgono i bambini che compiono i tre anni di età entro il 31/12/2013 (anno di nascita 2010)

“Nido Integrato B. Pizzolato” di Spresiano
SABATO 26 gennaio, è prevista la mattinata di “PORTE APERTE”, al NIDO INTEGRATO, dalle ore 9.00 alle ore 11.00, per l’iscrizione all’anno scolastico 2013/14, alla Sezione PRIMAVERA dei bambini nati nel 2011.
In questa giornata sarà possibile avere informazioni sul Piano dell’offerta formativa, visitare il Nido e ritirare la modulistica relativa all’iscrizione.
P.S.: Per i bambini nati nell’anno 2012, la giornata di “PORTE APERTE” al NIDO è stata fissata per SABATO 16 Marzo 2013 dalle ore 9.00 alle ore 11.00.

Uscita CRESIMANDI E GENITORI
DOMENICA 27 gennaio dalle ore 15,30, nell’Oratorio di Villorba, i ragazzi di Terza Media e i loro genitori, vivranno un pomeriggio di ascolto e confronto che si concluderà con la Santa Messa.

FESTA DIOCESANA DELLA FAMIGLIA E DELLA VITA
DOMENICA 27 gennaio 2013 sono invitate a Paderno di Ponzano tutte le famiglie, le associazioni, i gruppi e i movimenti che curano la spiritualità coniugale. Un invito particolare è rivolto agli sposi novelli (2012) e alle famiglie adottive e affidatarie che negli ultimi anni hanno accolto con loro qualche figlio. Il programma è il seguente:

  • 9.00 Accoglienza presso le strutture parrocchiali. Saluto e preghiera. Intervento del  prof. Gregorio Vivaldelli, Biblista di Trento: “Educare la coppia alla cura di sé e degli altri alla luce della Parola di Dio”.
  • 11.30 Celebrazione Eucaristica presieduta dal nostro  Vescovo  Gianfranco Agostino Gardin.
  • 12.30 Pranzo al sacco
  • 14.30 Festa delle testimonianza e musica. Per i figli è prevista una speciale animazione.

Pellegrinaggio a FATIMA e SANTIAGO
Dal 03 al 07 APRILE 2013, pellegrinaggio a Fatima e Santiago interparrocchiale. Chi   è   interessato   può   rivolgersi a Don Giuseppe – Parrocchia di Spresiano. Le iscrizioni dovranno essere fatte entro il 15 febbraio o fino ad esaurimento dei posti. E’ necessario iscriversi al più presto.

AVVISO
Nei giorni dal 21 al 26 Gennaio, per questioni urgenti, rivolgersi a Don Giovanni – parroco di Lovadina o a Don Angelo – parroco di Visnadello.

“Fondo di Solidarietà”
Il Fondo di Solidarietà ha ripreso a funzionare da DOMENICA 6 Gennaio 2013 presso il Bar dell’ORATORIO, dalle ore 8,30 alle ore 11,30.

Incontrare veramente Gesù significa comprende in profondità che l’amore è senza limiti.

I Commenti sono chiusi