Santo del giorno
Gallery
Pentecoste, Trento Longaretti, vetrata istoriata, 1996 Chiesa - retro Abside, vetrate SS Trinita, Sergio Favotto, affresco su tela, mag 2008

OGNISSANTI

vitadicomunita_logo

VITA DI COMUNITA
n. 1945 – 31 ottobre 2021 – Mc 12,28b-3

“AMARE” E’ LA GRANDE SFIDA PER ESSERE CRISTIANI OGGI A PARTIRE DALLA FEDELTA

A Gerusalemme, Gesù incontra una serie di controversie e più esattamente, interlocutori delle classi dirigenti del giudaismo, i quali avevano cercato di coglierlo in errore per screditarlo, tanto che Lui era stato costretto a sottolineare la loro cattiveria, chiamandoli ipocriti.

Oggi, nel brano del Vangelo, a fare una domanda a Gesù è uno scriba, un uomo di cultura, gli domandò: ”Qual è il primo di tutti i comandamenti?” Gesù capì subito che quella domanda era seria e senza sottintesi e che quell’uomo aveva voglia di capire e di imparare. E così, ribadì subito la visione di un Dio unico, creatore, padre, di un Dio che ama le sue creature e rispose: “Amerai il Signore Dio tuo…, e amerai il tuo prossimo…” e poi lo rassicurò: “Non c’è altro comandamento più importante di questi”.

Nella religione, sappiamo bene che c’è qualcosa di più importante e qualcosa di meno importante; c’è qualcosa di essenziale e qualcosa di marginale. E la tentazione più facile è quella che spinge a privilegiare gli aspetti esteriori della religione, anche perché impegnano meno. La vera religione, invece, decolla nel momento in cui, da una parte si avverte l’insufficienza delle cose e di noi stessi e dall’altra ci si accorge che Dio e soltanto Dio è la roccia su cui l’uomo può appoggiare la sua speranza.

Ma, come facciamo noi a sapere che amiamo Dio? Evidentemente non bastano le dichiarazioni e neppure le intenzioni: Dio si ama con i fatti. Ed è questa l’altra faccia del primo Comandamento: amare il prossimo! Solo se incontriamo Dio e prendiamo sul serio il suo amore, riusciremo ad amare il fratello. E questo amore è la sola verifica seria del nostro amore per Dio.

“Amare” è la grande novità dell’insegnamento di Gesù: la sfida all’odio e all’egoismo nel mondo. Dio ci aspetta nei fratelli e il prossimo deve diventare lo spazio per la nostra carità di ogni giorno e la nostra bontà deve diventare come la Sua bontà. Non deve però essere solo il prossimo che ci piace, che ci fa del bene, che ci vuole bene, ma il prossimo che ha bisogno di noi e che non può contraccambiare in niente il bene che noi gli faremo e cioè che ameremo gratuitamente. San Giovanni della Croce ci avverte: “Alla sera della vita, saremo giudicati sull’amore”.

Allora, quale il messaggio

Non riteniamoci già, cittadini del Regno, con relativi diritti. Il cristiano è colui che ha sempre ancora un passo da compiere, fino all’ultimo giorno. Cerchiamo, allora, di vincere con umiltà i nostri egoismi e a far andare insieme i due comandamenti dell’amore di Dio e del prossimo. Possiamo iniziare con quelli che ci vivono accanto, da noi si aspettano: bontà, amicizia, comprensione e solidarietà.


SOLENNITA DI TUTTI I SANTI

 

LUNEDI 1 novembre 2021 è la Solennità dei Santi e le S. Messe avranno orario festivo.

  • Alle ore 15,00, in Chiesa, saranno recitati i VESPRI e poi in processione andremo in Cimitero per la benedizione dei sepolcri.
  • Alle ore 17.00, in cimitero, sarà recitato il Santo ROSARIO, promosso dal MASCI.

Non sarà celebrata la S. Messa della sera.

COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

MARTEDI 2 novembre sarà celebrata un’unica S. Messa alle ore 10.00 in Chiesa.


Indulgenza Plenaria
Dal mezzogiorno di DOMENICA 31 Ottobre e per tutto il mese di NOVEMBRE i fedeli, visitando la chiesa e il Cimitero possono lucrare dell’INDULGENZA PLENARIA per sé e per i Defunti alle solite condizioni: recita del Padre nostro e del Credo, una preghiera secondo le intenzioni del Papa, Confessione e Comunione.

Opere buone
Quest’anno nei giorni di LUNEDI 1 e MARTEDI 2 Novembre, le offerte che verranno raccolte in Cimitero, andranno per le attività della San Vincenzo de Paoli.

Santi della settimana
GIOVEDI 4 novembre 2021 si fa memoria di SAN CARLO BORROMEO.

Ora Solare
Da DOMENICA 31 ottobre, con il ripristino dell’ora solare , le S. MESSE della sera (festive e feriali) saranno celebrate alle ore 18,00.

Servizio Bar
Informiamo che il Bar dell’Oratorio è aperto il SABATO POMERIGGIO e la DOMENICA MATTINA.

Pulizie Chiesa
Ringraziamo le signore che garantiscono questo servizio ogni giovedì dalle ore 8,30 alle 10,00 ed invitiamo le persone di buona volontà, che hanno un po’ di disponibilità, a collaborare. Per informazioni telefonare in parrocchia.

I Commenti sono chiusi